Vizzini: nel cuore del Parco Letterario Giovanni Verga | Imperatore Travel Blog

Vizzini: nel cuore del Parco Letterario Giovanni Verga

Vacanze a Ischia
I volti di Ischia tra magia e fotografia
3 ottobre 2014
Food Blogger Awards 2014
Food Blogger Awards 2014
15 ottobre 2014

Vizzini: nel cuore del Parco Letterario Giovanni Verga

Vizzini

Il piccolo e antico borgo di Vizzini è situato nell’entroterra siciliano, esattamente nei pressi dell’altopiano dei Monti Iblei, nella zona sud-occidentale della regione. E’ considerata la “porta nord” della Val di Noto e custodisce un ricco patrimonio storico, architettonico e letterario. Infatti, Vizzini è il paese natale di Giovanni Verga, padre della narrativa verista italiana, ed è lo scenario di alcune delle sue opere più famose. 

Molti storici riconoscono in Vizzini l’antica Bidi (dal greco be-dis), colonia greca menzionata da Cicerone e Plinio. Il suo nome si trasformò nel corso dei secoli in base alle varie dominazioni. Storicamente fu molto significativo il terremoto del 1639, dopo il quale molti degli edifici furono ricostruiti in stile barocco, regalando di fatto al paese una mescolanza di stili e caratteristiche architettoniche uniche.

Verga fece di Vizzini il suo scenario privilegiato: qui ritroviamo il centro storico con i suoi palazzi, le chiese e il pittoresco dedalo di vicoli dove furono ambientate La Cavalleria Rusticana, Mastro don Gesualdo, La Lupa e Storia di una Capinera. Luoghi di verghiana memoria che, però, bisogna conoscere bene per apprezzare fino in fondo e godere delle passeggiate distensive attraverso il paese. Il modo più suggestivo per assaporare Vizzini è proprio quello di cercare l’osteria del duello tra Turiddo e Alfio, la Chiesa di Santa Teresa dove le comari si recavano a pregare o la Cunziria.

Vizzini

Da turisti avremo la possibilità di  svolgere un vero e proprio itinerario verghiano con la visita dei luoghi più significativi descritti nelle novelle del Verga. Atmosfere barocche e atmosfere del verismo che hanno portato alla creazione di un Parco Letterario che coniuga i luoghi alla letteratura, la storia alla cultura passando per le tradizioni che ancora caratterizzano il territorio.

Il nostro itinerario parte dal centro cittadino ed esattamente da Piazza Umberto I. Sulla piazza si affacciano Palazzo Verga e il Palazzo Municipale. Affianco a quest’ultimo troviamo la Salita Marineo, ovvero quella lunga e particolare scalinata, decorata con maioliche, che tanto assomiglia alla Scala di Santa Maria di Caltagirone (scalinata terminata nel 1996). Da qui passiamo alla Chiesa Madre di Vizzini, dedicata a San Gregorio. La chiesa conserva ancora il bellissimo portale gotico-catalano, risalente al XV secolo e rimasto intatto dopo il terremoto del 1639, ed è custode di un intreccio di stili davvero particolare! Al suo interno le tre navate con arco a sesto acuto, il soffitto ligneo e due splendidi capolavori dell’arte figurativa realizzati da Filippo Paladino. Altre chiese barocche da visitare sono quelle di San Sebastiano, Santa Maria di Gesù, Sant’Agata e la Basilica di San Vito.

Vizzini

Vizzini

Tra i palazzi verghiani ricordiamo Palazzo Trao in via Santa Maria dei Greci, struttura di stile barocco citato nel romanzo di Mastro don Gesualdo. Come del resto Casa Mastro don Gesualdo, Palazzo Rubiera e Palazzo La Guarna. Infine, in stile tardo barocco è possibile riconoscere il Museo dell’Immaginario verghiano che sorge nel settecentesco Palazzo Costa.

Tra i luoghi letterari dobbiamo citare anche la famosa Cunziria, piccola borgata ottocentesca situata nella contrada Masera e luogo riconosciuto come esempio di archeologia industriale. Questo perchè alla Cunziria si svolgevano attività artigianali, in particolare si conciavano le pelli. Un  luogo costeggiato da colline e circondato da quei famosi fichi d’india dove si consumò il duello tra compare Turiddu e compare Alfio nella Cavalleria Rusticana.

Piccola curiosità su Vizzini: il paese non è solo luogo letterario in quanto è collocato in un territorio ricco di eccellenze enogastronomiche. Una fra tutte l’ottima Ricotta e il formaggio canestrato di alta qualità. Prodotti che prendono vita dall’antica tradizione contadina locale. Tradizione che troviamo tradotta nella Sagra della Ricotta e del formaggio di Vizzini, uno degli appuntamenti gastronomici più antichi e più importanti della regione arrivata alla quarantesima edizione e svolta alla fine di aprile.

 

Commenti

commenti