Craco: il borgo fantasma | Imperatore Travel Blog

Craco: il borgo fantasma

costiera
Le bellezze della Costiera Amalfitana
2 ottobre 2013
Matera
I Sassi di Matera
4 ottobre 2013

Craco: il borgo fantasma

craco

Craco è un antico e caratteristico borgo medioevale in provincia di Matera, disabitato dal 1963 a causa delle ripetute frane, che continua ad attirare turisti e visitatori con la sua surreale atmosfera. Le numerose frane ed i crolli hanno segnato visibilmente questo scorcio incontaminato della Basilicata, costruendo un particolare tipo di bellezza che non smette di affascinare e sorprendere.

Il borgo di Craco era situato in una posizione davvero ideale, a metà strada tra le valli fluviali dell’Agri e del Cavone, che in passato erano navigabili, costituendo così una via ottimale per attraversare la Basilicata interna.

La Torre di Craco era il punto focale di un fitto sistema di fortificazioni capaci di assicurare il controllo totale dell’intera zona.

il borgo di Craco

Craco fu dominata fino al 1800 dalle più importanti famiglie del Medioevo come i Monforte, gli Sforza e i Sanseverino, fin quando la popolazione non seguì gli ideali repubblicani ribellandosi al potere nobiliare dei feudatari.

L’antico borgo trovò la sua ideale conformazione attorno a quattro importanti palazzi nobiliari di cui oggi restano solo alcune tracce come Palazzo Maronna, Palazzo Grossi, vicino alla Chiesa Madre, Palazzo Carbone e Palazzo Simonetti.

A Craco oggi sono ben visibili anche i resti del torrione che domina l’intero borgo, chiamato “il Castello” dagli abitanti del luogo, oltre ai ruderi della Chiesa di San Nicola e della Chiesa di San Pietro con l’annesso convento.

I resti del Castello di Craco

L’intera popolazione di Craco venne evacuata nel 1963 a causa di una grossa frana e gli abitanti, che allora erano circa 2000, si trasferirono più a valle in località Craco Peschiera.

Craco si è trasformato da allora in un vero e proprio “paese fantasma”, uno dei pochi in Italia che non smette di affascinare e di richiamare un numero crescente di turisti e visitatori proprio per la sua atmosfera magica e surreale.

Il borgo lucano è stato e continua ad essere sede di numerosi film grazie ai tanti registi che lo hanno scelto come sfondo ideale per le proprie riprese cinematografiche; tra tutti ricordiamo: La Lupa di Alberto Lattuada, Cristo si è fermato ad Eboli di Francesco Rosi, King David di Bruce Beresford, Nativity di Catherine Hardwicke, The Passion di Mel Gibson, Basilicata coast to coast, di Rocco Papaleo.

La valle di Craco vista dal borgo antico

Vi consigliamo di percorrere questo affascinante borgo con una guida specializzata per ammirare i suoi resti con tutta tranquillità e collocarli nel giusto contesto storico.

Visitare Craco è un avventura unica che vale la pena di vivere, e che lascerà dentro di voi sensazioni meravigliose da raccontare al termine del vostro stupendo soggiorno in terra lucana.

Commenti

commenti